Re Carlo chiede il test del dna: vuole estromettere Harry dall’eredità

Secondo recenti indiscrezioni, Re Carlo III avrebbe chiesto ad Harry di sottoporsi al test del dna per appurare se è davvero suo figlio.

La morte della compianta Regina Elisabetta II ha messo a tacere per un breve periodo voci e indiscrezioni riguardanti la famiglia reale britannica, ma passato il periodo di lutto per la morte della sovrana più longeva del XX secolo (una delle più longeve della storia della monarchia), i tabloid hanno ricominciato a scavare nel torbido, alla ricerca di voci e testimonianze che riguardino gli affari privati della corona. Ovviamente uno degli argomenti di maggiore interesse è il rapporto tra Harry e il resto della famiglia dopo la morte della sovrana. Era risaputo, infatti, che Elisabetta avesse una simpatia particolare per il secondogenito di Diana e che proprio lei ha voluto che vi fosse un tentativo di riavvicinamento prima che per lei fosse giunta la morte.

Spiragli di distensione si sono visti in occasione del Giubileo di Platino, ma anche in quel caso è stato evidente per tutti che le divergenze fossero tutt’altro che appianate. Adesso che Carlo ha preso il posto sul trono le cose potrebbero cambiare una volta per tutte. Tra le voci circolate c’è stata quella della possibilità di offrire ad Harry un ruolo di membro distaccato della famiglia reale che gli consenta di fare spola tra gli USA e la Gran Bretagna. Nelle ultime ore, però, le indiscrezioni vanno in senso contrario e puntano sulla presunta volontà del sovrano di disfarsi una volta per tutte del figlio ed estrometterlo dall’eredità.

Tale tesi si basa sulla voce secondo cui Harry in realtà non sia figlio di Carlo ma dell’ex generale James Hewitt. E’ noto, infatti, che tra l’ex militare della corona britannica e la principessa Diana, ex moglie di Carlo e madre di Harry, vi fosse una relazione sentimentale. Già in un libro edito nel 1994 si spingeva l’ipotesi secondo cui il secondogenito di Diana fosse nato da questa relazione e come prova veniva portata una lettera nella quale Diana Spencer avrebbe ammesso a Hewitt che Harry era suo figlio.

Re Carlo vuole estromettere Harry dall’eredità?

Oggi come allora le voci sono basate principalmente sulla somiglianza tra Harry e Hewitt, dunque sulla mancata somiglianza del principe con Carlo. Già quando l’indiscrezione è uscita per la prima volta è stato effettuato un test del dna che ha appurato la paternità dell’attuale sovrano, ma pare – secondo fonti anonime – che in quel test vi fossero dei risultati oscuri che la regina volle tenere segreti. La versione ufficiale, dunque, è che il test – l’unica prova che fornisce un’affidabilità del 100% – ha smentito le voci. Secondo questa versione, dunque, il resto sono solamente chiacchiere, perché né la semplice somiglianza, né tantomeno i test biometrici danno un’affidabilità certa.

Proprio perché i test biometrici e le chiacchiere non provano nulla, il sovrano avrebbe richiesto ad Harry di sottoporsi al test del dna per togliere ogni dubbio sull’esito di quello effettuato negli anni ’90. Qualora fosse vero, il duca del Sussex si troverebbe in una posizione decisamente scomoda: effettuando il test, nel caso questo desse un esito negativo, perderebbe ogni diritto ereditario e ogni privilegio reale. Nel caso in cui rifiutasse di sottoporsi al test, invece, creerebbe un’ulteriore frattura con il resto della Royal Family. Frattura in realtà che sarebbe già insanabile qualora il padre gli avesse chiesto una simile prova.

Impostazioni privacy