Biberon, materassi e non solo: quali sono gli oggetti ‘usati’ che non dovremmo mai comprare

Forse non lo sai, ma alcuni oggetti non dovrebbero essere acquistati di seconda mano, scopri quali sono.

Sebbene possa apparire chiaro, è bene soffermarsi su cosa significhi esattamente acquistare “di seconda mano”. Si tratta di un’opzione ecosostenibile, una vera e propria azione ecologica che può avere un impatto positivo sull’ambiente. E mai come oggi questo comportamento dovrebbe essere stimolato.

oggetti da non comprare di seconda mano
Oggetti id seconda mano da non comprare: biberon, materassi e non solo – parolibero.it

Ci sono innumerevoli aspetti positivi legati a questa pratica. La produzione di nuovi articoli comporta spesso emissioni di carbonio associate al processo di fabbricazione, imballaggio e trasporto, pertanto va de sé che si riduca l’emissione di carbonio. Non solo, si favorisce l’economia. Ma alcuni oggetti non andrebbero acquisitati già usati.

Economia circolare: quando acquistare consente di risparmiare

L’acquisto di articoli di seconda mano spesso offre un’opzione più economica rispetto all’acquisto di prodotti nuovi, ciò consente di risparmiare denaro mentre si riduce l’impatto ambientale. Ma non tutti gli oggetti sarebbero da acquistare di seconda mano. Tra questi: padelle e pentole antiaderenti, biberon, telefoni cellulari, pc, materassi e seggiolini per auto. Si tratta di oggetti che non dovrebbero essere acquistati già usati perché potrebbero comportare rischi per la salute o comunque sarebbero poco convenienti.

oggetti da non comprare di seconda mano
Non comprare mai seggiolini di seconda mano! Ecco il montivo – parolibero.it

Per esempio, le padelle e pentole antiaderenti potrebbero contenere, se rigate e già troppo utilizzate, PFOA. Quest’ultimo dannoso per la nostra salute, essendo un composto chimico cancerogeno che potrebbe trasferirsi direttamente sugli alimenti.

Per quanto concerne i biberon, non andrebbero acquistati, se non nuovi. Se risalgono a prima del 2015 potrebbero contenere bisfenolo A, ora sostanza chimica vietata per la produzione di questi oggetti. Inoltre, un biberon già usato potrebbe non assolvere più alla propria funzione, e c’è il rischio contenga sostanze dannose come saponi, detersivi, ecc. Per la tecnologia di seconda mano occorre far un discorso a parte.

Si potrebbe acquisire un dispositivo vecchio, con il rischio che non supporti più aggiornamenti o comunque che vada in avaria prima del previsto. Meglio optare per il nuovo. Per i materassi, aldilà delle condizioni igieniche (contenere residui di feci, urina e altri secreti corporei, nonché animali come cimici), il problema potrebbe prevedere la perdita della forma originale comportando problemi alla colonna vertebrale e non solo.

Stesso discorso per i seggiolini dell’auto, che potrebbero aver perso un po’ della loro sicurezza con l’usura. Sempre meglio anche in quest’ultimo caso comprare seggiolini nuovi, in grado di proteggere da qualunque potenziale rischio.

Impostazioni privacy