Bonus mobili, non sempre valido per tinteggiare le pareti o i pavimenti: scopri il perché

E’ importante sapere quali sono gli interventi che danno accesso al bonus mobili. Tinteggiare le pareti o i pavimenti, infatti, non è sempre valido. Approfondiamo insieme l’argomento.

Il bonus mobili risulta essere senza ombra di dubbio tra le agevolazioni e più importanti introdotte negli ultimi anni. A tal proposito però è importante sapere che non sempre risulta valido nel momento in cui si decide di tinteggiare i pavimenti o le pareti.

Bonus mobili - Parolibero
Bonus mobili – Parolibero

Di seguito vi sveliamo tutto ciò che c’è da sapere riguardo a questa questione soffermandoci su quelli che sono i requisiti per accedere al bonus in esame. Oltre a ciò, andremo ad approfondire quelle che sono le fattispecie che consentono di accedervi. In molti infatti non sono a conoscenza di quelli che sono gli interventi che danno diritto alla misura.

Bonus mobili, tutto ciò che c’è da sapere

Come molti di voi già sapranno, nel caso in cui si decide di ristrutturare casa è possibile fare richiesta del bonus mobili. Nello specifico si tratta di un’agevolazione di natura fiscale che prevede una detrazione Irpef pari al 50% sulle spese effettuate per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Bonus mobili - Parolibero.it
Bonus mobili – Parolibero.it

La misura è prevista fino ad un massimo di 8.000 € e a patto che i pagamenti siano tracciabili. L’ottenimento della detrazione inoltre non prevede la presentazione di alcuna domanda dal momento che è sufficiente inserire all’interno della dichiarazione dei redditi quelle che sono le spese sostenute per i lavori. Ad ogni modo, però, è importante sapere quali sono i lavori accettati ossia quelli che danno diritto al bonus in esame. A tal proposito bisogna specificare che rientrano gli interventi di manutenzione straordinaria, di restauro, di ristrutturazione come anche quelli volti al risanamento e alla conservazione.

In riferimento agli interventi di manutenzione ordinaria, bisogna necessariamente soffermarsi sulla tinteggiatura di pareti o sostituzione di pavimenti. Questi interventi, infatti, non danno accesso al bonus mobili.

Altre informazioni utili

Ciò detto comunque coloro che rientrano nei lavori sopra indicati possono usufruire della detrazione del 50% sull’acquisto di mobili. Anche in questo caso però bisogna fare attenzione a determinati requisiti. I forni, ad esempio, non devono presentare una classe energetica inferiore alla A, mentre nel caso delle lavatrici non deve essere al di sotto della E. Infine per quanto riguarda i frigoriferi e i congelatori, la classe energetica ammessa non può essere al di sotto della F.

Bonus mobili - Parolibero.it
Bonus mobili – Parolibero.it

In ultima analisi, bisogna prestare attenzione anche alla modalità di pagamento. Non tutti sanno infatti che l’accesso al beneficio è previsto soltanto in caso di pagamento con bonifico, carta di credito o di debito. Ciò significa che coloro che pagano con assegni bancari ho in contanti non hanno diritto alla detrazione. Mentre invece il pagamento a rate eventuale non esclude automaticamente all’ottenimento del beneficio in questione.

Impostazioni privacy