Bonus stipendi, la beffa per i lavoratori: non tutti possono riceverli

Per i lavoratori si tratta di una vera e propria beffa dal momento che non tutti potranno beneficiare di un bonus sugli stipendi. Approfondiamo la questione.

Molti lavoratori rimarranno delusi dal sapere che non potranno avere accesso ad un bonus sugli stipendi. Si tratta sicuramente di una notizia che giunge particolarmente negativa mai come in questo periodo in cui le famiglie si trovano a far fronte ad un caro vita senza precedenti.

Bonus stipendi beffa - Parolibero.it
Bonus stipendi beffa – Parolibero.it

In questo articolo, vi indichiamo quali sono i requisiti per aver accesso alla misura e di conseguenza chi saranno i lavoratori che si troveranno a perdere non pochi soldi che sarebbero potuti servire per affrontare più serenamente gli aumenti dovuti alla crisi energetica.

Bonus stipendi, la beffa per i lavoratori

Sono tanti i lavoratori dipendenti che tra giugno e luglio potranno beneficiare della quattordicesima e che dunque avranno una mensilità aggiuntiva. Si tratta senza dubbio di una buona notizia per molti, ma che però nasconde una beffa di cui in pochi sono a conoscenza.

Bonus stipendi beffa - Parolibero.it
Bonus stipendi beffa – Parolibero.it

L’erogazione della quattordicesima, infatti, finirà per escludere questi stessi lavoratori dal bonus Meloni. Il riferimento è allo sgravio contributivo introdotto dall’attuale governo. Quest’ultimo, in particolare, ha deciso di intervenire alleggerendo la quota contributiva a carico del lavoratore dipendente, prevedendo uno sgravio del 2% o 3%. A tal proposito, è importante sapere che la valutazione del predetto sgravio è stabilita tenendo conto della retribuzione mensile.

A seconda del mese dunque il lavoratore potrebbe beneficiare del bonus oppure no. Quest’ultimo caso si verificherebbe in particolare se dovese capitare di guadagnare di più in un determinato mese. E’ il caso quindi di quello compreso tra giugno e luglio. Questo mese infatti molti lavoratori beneficeranno della quattordicesima.

Le percentuali dello sgravio stabilito dal Governo

Ciò detto, può essere utile sapere quali sono le percentuali relative allo sgravio stabilito dal governo. Per le buste paga che presentano un importo non superiore a 1.923 euro, è pari al 3 %. Dal 1° luglio 2023 peraltro sarà soggetto ad un incremento, salendo al 7%; per quelle inferiori ai 2.692 euro, lo sgravio è stato fissato al 2%. In questo caso, a partire dal prossimo mese salirà al 6%.

Bonus stipendi beffa - Parolibero.it
Bonus stipendi beffa – Parolibero.it

Alla luce di quanto appena detto è chiaro che lo sgravio in esame assume entità differenti in relazione a quelle che sono le mensilità godute dal lavoratore in un determinato mese. Di conseguenza, la verifica della soglia reddituale avviene mese per mese e dunque il bonus non è assolutamente da considerare come fisso. E’ chiaro quindi il motivo per cui per molti il mese di riferimento nasconde una beffa. Nello specifico, se da un lato si potrà beneficiare di una mensilità in più, ossia la quattordicesima, dall’altro non si avrà diritto allo sgravio contributivo introdotto dal Governo.

Impostazioni privacy