Vai in vacanza la spesa te la fa l’Inps insieme al comune, guarda che bonus

A partire da luglio molte famiglie potranno usufruire del bonus spesa 2023 appunto ecco tutto ciò che c’è da sapere al riguardo.

Sono tantissime le famiglie italiane che si trovano a dover fare i conti con una situazione economica molto difficile. la ragione e va ricercare soprattutto nell’aumento dei prezzi causato dalla crisi energetica. Da ormai più di un anno infatti i nuclei familiari stanno facendo i conti con un caro vita senza precedenti che rende impossibile per molti riuscire a fare la spesa.

Bonus spesa 2023 - Parolibero.it
Bonus spesa 2023 – Parolibero.it

Proprio a tal proposito il governo ha deciso di introdurre il bonus spesa che mira ad aiutare le famiglie italiane che si trovano in particolari condizioni di disagio economico. Ecco tutto ciò che c’è da sapere a riguardo.

Bonus spesa 2023, tutto ciò che c’è da sapere

Tra non molto sarà disponibile un contributo destinato alle famiglie italiane volto ad aiutarle ad acquistare generi alimentari di prima necessità. Esso sarà destinato ai titolari di un ISEE inferiore hai 15.000 €. Il contributo in esame inoltre che prevede delle condizioni di uso che bene conoscere.

Bonus spesa 2023 - Parolibero.it
Bonus spesa 2023 – Parolibero.it

Come già detto sopra, sono tanti gli italiani che stanno facendo i conti con problemi economici dovute a rincari, all’inflazione e alle bollette astronomiche. Chiaramente per molti tale situazione ha finito per rendere più costoso il prezzo del cibo con il risultato che il momento della spesa è divenuto un vero e proprio dramma per molte famiglie. E proprio per questa ragione che il governo ha deciso di introdurre un nuovo sostegno, ossia il bonus spesa. Esso partirà dal 1 luglio ed ammonta a 382,50 €.

Si tratta di una somma volta a sostenere le famiglie nella spesa alimentare tuttavia non può essere utilizzata in tutti i casi: ad essere esclusi infatti sono gli alcolici. un’altra informazione da sapere inoltre è che il contributo potrà essere utilizzato solamente nei negozi convenzionati con il ministero dell’agricoltura.

Come ottenere il bonus

Ad ogni modo il bonus spesa 2023 non prevede la presentazione di una domanda. Il comune stesso infatti procederà all’invio di una lettera a tutti coloro che presentano i requisiti necessari per avere acceso alla misura. All’interno saranno contenute le istruzioni da seguire per il ritiro della Postepay nell’ufficio postale. Le carte distribuite inoltre avranno carattere nominativo e potranno essere annullate qualora il primo pagamento non dovesse essere effettuato entro il 15 settembre di quest’anno.

Bonus spesa 2023 - Parolibero.it
Bonus spesa 2023 – Parolibero.it

L’elenco dei beneficiari sarà inviato dall’Inps ai comuni. A tal proposito, tra i primi a beneficiarne saranno le famiglie composte da tre persone o più. Ad avere la precedenza saranno anche i nuclei familiari in cui vi sia almeno un nato entro il 2009 e dopo la priorità sarà accordata ai nati entro il 2005. Successivamente la platea sarà allargata. In ultima analisi, è importante dire che i percettori del reddito di cittadinanza o di reddito di inclusione non avranno accesso al bonus spesa.

Impostazioni privacy