Fiat, due nuovi modelli tornano dal passato: le prime immagini fanno impazzire tutti

La Fiat ha sfornato numerosi modelli che hanno fatto la storia delle auto in Italia e nel resto del mondo: due classici rivisitati come la Topolino e la Seicento, che novità

Due auto che hanno scritto la storia della Fiat: la Topolino e la Seicento saranno protagoniste indiscusse anche nel 2023 con la rivisatazione del loro modello. La Seicento risale alla seconda guerra mondiale, mentre la Topolino è poco conosciuta: il design delle due automobili è stato modernizzato in tutto per tutto.

Fiat Topolino modello nuovo
Fiat Topolino

Tornando nel passato, il nome Topolino è stato affibbiato dagli italiani vista l’autentica somiglianza con il personaggio Disney, che all’epoca era molto famoso anchce in Italia. La Fiat inizialmente non l’aveva mai ufficializzato, ma alla fine la storica 500, così si chiamava, è stata chiamata così con il cambio di denominazione. Prodotta nello stabilimento di Kenitra, in Marocco e sarà sicuramente protagonista per quanto riguarda l’automotive elettrico. Dovrebbe così costare intorno agli 8mila euro e per guidarla basta anche la patente AM, per i ragazzi che hanno compiuti solamente 14 anni. A livello di estetica si presenta molto moderna con una struttura che ricorda da vicino la Citroen Ami. Al suo interno troviamo due posti green, con motore da 6 kw per una velocità massima a 45 km/h, batteria da 5,5 kw/h con tre ore di ricarica alla presa comune e 70 km di autonomia. Molto utile in città per spostamenti brevi potendo essere guidata anche dai minorenni. Il primo modello uscì precisamente il 15 giugno 1936  dallo stabilimento Fiat Lingotto. Subito ci fu un successo da urlo conquistando con tante automobili venduta mezza Italia ed Europa.

Fiat, due modelli rimodernizzati: le novità

Fiat Seicento modello nuovo
Fiat Seicento

Altro ritorno da urlo riguarda da vicino la Fiat Seicento, che è stata una delle automobili Fiat più amate dagli italiani nel corso di lunghi anni. Molto usata per vari motivi, soprattutto in primis per quello economico: verrà prodotta dallo stabilimento polacco di Tychy e sarà molto spaziosa rispetto alle precedenti. Sarà formulata in due versioni con il costo che varia dai 20mila euro per il mild hybrid ai 30mila per l’elettrico puro. Un ritorno al passato alquanto suggestivo visto che, a cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta, la Fiat 600 venne venduta con 2,5 milioni di auto dell’epoca. Qualcuno ha svelato che prenderà il posto della 500X, ma finora non c’è stata mai una conferma. Modelli rivisitati facendoli così sempre più moderni con la possibilità di vederle protagoniste nel 2023 con un nuovo anno ricco di sorprese. Tanti italiani sono già molto attivi per capire se acquistarla fin da subito con una scheda tecnica sbalorditiva.

Impostazioni privacy