Frutta e verdura, come conservarle correttamente: poche dritte fondamentali

Fondamentali per una dieta varia, la frutta e la verdura hanno il difetto di appassire in poco tempo. Ecco i trucchi per conservarle

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ogni giorno dovremmo mangiare almeno cinque porzioni tra frutta e verdura. Ricche di vitamine e di fibre, hanno un alto potere saziante per poche calorie e questo le rende perfette anche per chi è a dieta, che dovrebbe consumarle con abbondanza proprio per prevenire gli attacchi di fame. In casa, però, spesso frutta e verdura appassiscono velocemente: oggi vi sveliamo come conservarle.

Frutta e verdura: come conservarle
Frutta e verdura, ecco i trucchi per conservarle più a lungo (parolibero.it)

Innanzitutto, è bene pulire con costanza gli spazi in cui conserviamo frutta e verdura. Un’eventuale accumulo di batteri e di muffe negli angoli dei contenitori può infatti contaminare ciò che abbiamo appena comprato e, di conseguenza, costringerci a buttarlo. Se volete scoprire come conservare al meglio ogni tipo di verdura e frutta, continuate a leggere: per voi, non ci saranno più segreti.

Come conservare frutta e verdura: tutti i consigli

Innanzitutto, soprattutto durante i mesi più caldi dell’anno, è buona abitudine riporre frutta e verdura in frigorifero, così che si conservi più a lungo. Qui andrebbe riposta nel ripiano più basso e, in particolar modo, nei cassetti: questa è la zona più calda dell’elettrodomestico, che conserverà i vostri prodotti freschi senza rischiare di danneggiarli.

Frutta e verdura: come conservarle
Frutta e verdura, ecco i trucchi per conservarle più a lungo (parolibero.it)

Non lavate mai la frutta e la verdura, prima di riporla in frigorifero o nel contenitore. Se lo fate, infatti, dovrete consumarla subito, altrimenti avvolgetela in un foglio di carta assorbente e cercate di assorbire quanta più acqua possibile, altrimenti potrà comparire la muffa. Le banane, a differenza di quasi tutti gli altri tipi di frutta, non vanno assolutamente conservate in frigorifero ma a temperatura ambiente: per farle durare di più, avvolgete il loro picciolo con della pellicola, così che il gas che producono durante la maturazione stia all’interno.

Massima attenzione alle mele, poiché producono etilene: si tratta di un ormone vegetale che stimola la maturazione della frutta. Ciò che vi riporrete vicino, quindi, maturerà velocemente: state attenti a non far appassire la spesa fresca! Per quanto riguarda l’avocado, se l’avete comprato già maturo ma non lo consumate subito, potete avvolgerlo in un sacchetto di plastica e riporlo in frigo.

Per quanto riguarda le carote e il sedano, per conservarli potete anche pulirli, lavarli e tagliarli a pezzetti, da mettere in un contenitore di vetro sterilizzato da riporre in frigo. Anche con i carciofi e gli asparagi si può usare la stessa tecnica, magari aggiungendo un po’ di acqua sul fondo proprio come se fossero mazzi di fiori. Per il sedano, invece, è meglio avvolgerlo in un foglio di alluminio e riporlo in frigo: in questo modo manterrà la tipica croccantezza.

Impostazioni privacy